Chi sono

Una donna che ha superato i 50 e punta convinta ai 100, orgogliosamente femminista, molto curiosa, divoratrice di libri, che non possiede una tv dal 1994 e che viaggia continuamente.

Sono nata nel 1970 a Torino da padre ligure e madre francese, non a caso risiedo a Parigi e la sede della mia Compagnia è a Lerici (SP). Di Torino ho sempre amato le strade tutte dritte dove non ti perdi mai, la pizza al padellino, i giardini sul Po e il tipico “uh basta là”, che non ho mai saputo però come tradurre in italiano. Di Lerici amo più di tutto la vista, il rumore e l’odore del mare che ho la fortuna di avere davanti alla finestra.

Tra i 18 e i 36 anni ho vissuto a Firenze e poi mi sono trasferita definitivamente a Parigi. Di Firenze porto nel cuore il ricordo della mia vita da studentessa, la mia prima casa da sola, il fiorentino stretto che non capivo, la luce sull’Arno, le amiche e amici che ho ancora. Di Parigi mi godo sempre i canali lungo cui passeggiare e fare l’aperitivo, l’arte in ogni dove, la Rue de Rivoli trasformata in una grande pista ciclabile e soprattutto la Tour Eiffel, che non mi stanco mai di guardare.

cosa faccio

Avevo 13 anni quando ho messo per la prima volta i piedi sul palco e da allora il Teatro è sempre rimasto il mio primo e più grande amore. Oggi sono attrice, autrice e regista degli spettacoli che porto in scena. Collaboro anche con altre compagnie e artiste che condividono la mia stessa visione del Teatro.

Con la mia Compagnia LaQ-Prod ho potuto creare spettacoli sull’economia IL RAPPORTO LUGANO, sul tema donna/religione DORA PRONOBIS, sull’infertilità STASERA OVULO, sulla nostra ricerca di approvazione SVERGOGNATA, sulla nostra relazione con il tempo che passa VECCHIA SARAI TU!, sulle dipendenze comportamentali UN SACCHETTO D’AMORE, sull’educazione dei bambini INFANZIA FELICE e sul passaggio generazionale nelle aziende familiari AFFARI DI FAMIGLIA.

 

 

Organizzo laboratori, incontri, workshop e corsi on-line in cui approfondisco i temi a me cari, come il bisogno di relazione tra noi stessi e gli altri, l’empowerment femminile o gli effetti deleteri della pedagogia nera. Con lo stesso fine, sono molto attiva sui social come “InfluenZer”.

Scrivo anche sketch per la serie Tv francese #PAESE trasmessa da France3 Corse e traduco testi di narrativa e drammaturgia: tra questi, STASERA OVULO di Carlotta Clerici è diventato uno dei miei spettacoli di maggior successo

come lo faccio

I miei spettacoli nascono sempre da temi che mi appassionano e su cui penso sia importante fare luce. Mi informo, leggo, studio, intervisto e infine mi immergo nella scrittura. Utilizzo l’ironia come strumento per parlare dei tabù e dei disagi della nostra società, per poi offrire una mia soluzione: prediligo infatti le storie a lieto fine, perché penso ci sia sempre una via d’uscita. 

Insieme a Magali Bouze, coreografa di lunga esperienza e cara amica, lavoro per dare vita ai miei diversi personaggi attraverso precisi movimenti in scena. Spesso traggo ispirazione dall’umanità intorno a me, mi colpiscono i gesti, i tic verbali, gli abiti e le abitudini delle persone che incontro, quello che dicono e come.

Sfrutto tutti gli strumenti a mia disposizione per comunicare e divulgare. I laboratori in presenza e i corsi on-line mi permettono di entrare in un rapporto di empatia con i partecipanti, mentre attraverso i social supporto e alimento un network di persone e associazioni con i quali condivido obiettivi comuni.

I miei show reel in francese

VECCHIA SARAI TU!

STASERA OVULO

Due righe ogni tanto sulla #Attriciklife

Iscriviti alla mia NiuZletter per scoprire in anteprima cosa combino, dove andrò in tournée e per non perderti nessuna novità in tema di Pedagogia Nera!